Arianna Mennuti

Arianna Mennuti

Ecommerce & Marketplace Consultant

Ogni anno, nel periodo di luglio, si tiene uno degli eventi più significativi per il Marketplace Amazon: i Prime Days. Quest’anno, l’evento si terrà dal 12 al 13 luglio. Da principio si trattava di un giorno di offerte, poi esteso a due negli ultimi anni, visto il grande successo commerciale dell’iniziativa. 

Il Programma Prime per gli utenti

Per godere degli sconti, gli utenti devono essere iscritti al programma Prime di Amazon. Ormai la piattaforma offre la possibilità di effettuare un periodo di prova gratuito, prima dell’iscrizione a pagamento definitiva. Oltre all’abbonamento annuale, è poi disponibile quello mensile a €3,99. 

L’iscrizione a Prime non significa godere di scontistica solo in questi due giorni, ma durante tutto l’anno. Infatti, quando un Seller crea un coupon per le sue promozioni, può decidere se destinare tale offerta solo agli utenti Prime che, per quanto riguarda l’ecosistema Amazon, risultano i più redditizi

Prime offre la garanzia di spedizioni veloci in 1-2 giorni, che siano gestite da Amazon stesso o garantite dal venditore. L’utente Prime, inoltre, ha incluso nel suo abbonamento:  l’iscrizione ad un canale Twitch ogni mese, Prime Reading sugli  eBook, Prime Music senza pubblicità, contenuti su Prime Gaming e spazio illimitato di archiviazione su Amazon Photos. 

Opportunità dei Prime Days per i venditori

In primo luogo abbiamo la possibilità di sfruttare tutto il traffico che, in occasione di questi giorni, viene veicolato su Amazon. Da una parte c’è il consumatore a caccia del prezzo più basso della stagione, dall’altro ci sono gli utenti Prime, che sono i più redditizi e più alti-spendenti sulla piattaforma, alla ricerca di un prodotto di qualità e con spedizione veloce. 

Data la caratterizzazione così diversa di questi due target tipo, il venditore può pianificare attività di scontistica, come i coupon, e rendere più qualitative le schede dei prodotti soggetti alle offerte. A tal proposito, bisogna concentrarsi sui contenuti A+, raccontando la storia del Brand e sottolineando la USP di ogni singolo prodotto: dalle features tecniche agli aspetti più esperienziali post acquisto. 

Ma i Prime Days offrono sempre risultati soddisfacenti per i venditori, in termini di volumi di vendita? Se lo scopo principale, per chiunque scelga di essere presente nel Marketplace, è la vendita,  non bisogna dimenticare che questi grandi eventi espongono il marchio notevolmente e ci permettono di raggiungere target di interesse. Ed ecco che l’effetto Prime Days si fa sentire anche a seguito dell’evento.

Idoneità alle Offerte Prime

Per essere presenti nella pagina delle Offerte Lampo, bisogna ricevere delle proposte di sconto da parte di Amazon stesso. Si viene scelti in base ai dati di benchmark e alla disponibilità della merce in logistica Amazon. Difatti, nel momento in cui la merce verrà esaurita, non verrà più mostrata l’inserzione dell’Offerta Lampo sulla piattaforma. 

Ogni venditore può scegliere se soddisfare la proposta di scontistica di Amazon o apporre delle modifiche al prezzo finale di vendita e agli stock destinati alle Offerte Lampo. Non può, tuttavia, decidere l’ora in cui verrà pubblicata l’offerta. 

Alla fine dei Prime Days, Amazon metterà a disposizione dei Seller  un report dei risultati raggiunti tramite tutte le Offerte Lampo. Nel caso in cui i rivenditori non siano risultati idonei a quest’attività, è opportuno calendarizzare dei coupon prima e durante l’evento.

Attività Strategiche di Supporto

Come possono i rivenditori prepararsi ai Prime Days? Esistono una serie di operazioni strategiche di marketing per far leva sugli utenti prima, durante e dopo l’evento. 

Innanzitutto, i prodotti coinvolti nelle Offerte Lampo dovranno avere una scheda organica il più completa possibile, ottimizzando titolo, descrizione, bullet point e immagini di tutte le varianti.

In secondo luogo, il punteggio di qualità della scheda, per l’algoritmo di Amazon, migliora anche grazie alla presenza di contenuti arricchiti, detti A+. Questi, proprio come lo Store,  possono essere realizzati solo dai produttori con un marchio registrato su Brand Registry.

I contenuti arricchiti aumentano il tasso di conversione delle campagne, così come il rating del prodotto. A tal proposito, al fine di ottenere recensioni di qualità, i Seller possono iscrivere i prodotti interessati al programma di recensori Amazon: Vine.  

Durante i Prime Days è opportuno attivare delle campagne Sponsored Display, Sponsored Products e Sponsored Brand che veicolino traffico ai prodotti in offerta, di modo da ricoprire tutti i posizionamenti disponibili su Amazon e aumentare l’esposizione del Brand. Lo Store dovrebbe avere una versione apposita per l’evento, che riporti nella home i prodotti delle Offerte Lampo e, possibilmente, dei contenuti video che facciano leva sull’engagement dei nuovi utenti. 

Per concludere, in seguito ai Prime Days, i rivenditori possono attuare una serie di strategie di remarketing, per riprendere tutte gli utenti che hanno visualizzato i prodotti, durante due dei giorni con maggiore traffico in assoluto sul marketplace Amazon. 

In Making Science abbiamo un team internazionale di esperti dedicati a far crescere il tuo e-commerce su Amazon. Scopri come abbiamo aiutato Erbecedario ad aumentare il fatturato del 109% su Amazon.

CONTATTACI CONTATTACI